costituzioni strutturali

Le Costituzioni basate sulla struttura dell’Iride:
modificazioni e segnature negli occhi con i relativi rischi per la salute

Introduzione alle Costituzioni Strutturali:

Osservando le iridi di taluni soggetti si può rilevare a carico dello stroma una importante destrutturazione di origine genetica. Con questa specificità strutturale vi sarà una dominanza verso predisposizioni a certi tipi di processo patologico non ricompresi nelle Costituzioni di Base. Le predisposizioni morbose di queste costituzioni strutturali hanno indotto Josef Deck a considerare altre due tipologie potenzialmente osservabili in qualunque colorazione di base:
– La Connettivale debole che si presenta con numerose lacune e diradamenti della trama non imputabili a disturbi fisici.
– La Ghiandolare debole nella quale osserviamo numerose lacune addossate al Collaretto, come una corolla di petali che formano un fiore (iride a Margherita)

CONNETTIVALE DEBOLE

Osservazione: Il tessuto costitutivo di queste iridi presenta una perdita di tono e di elasticità tale da lasciar pensare ad una debolezza delle strutture portanti e del tessuto connettivo dell’intero organismo. E’ presente una rarefazione talmente diffusa dello stroma, da mettere in imbarazzo l’iridologo sulla scelta delle aree a rischio. Permane una debolezza mesenchimale ereditaria dalla quale risulteranno le patologie di un tessuto connettivo geneticamente defedato.
Fattori di rischio e predisposizioni: I disturbi potenziali riguarderanno soprattutto il tessuto connettivo e di sostegno. Possibili ptosi e prolassi in genere (valvola mitrale) e nell’addome in modo particolare (rene, utero). costituzioni strutturaliLa debolezza del connettivo si può manifestare con varicosi ed emorroidi, anomalie spinali, scoliosi e facili sublussazioni, predisposizione alle fratture, ernie discali ed inguinali, strappi e dislocazioni vertebrali sotto sforzo. Il recupero risulterà lento: maggiore è la rarefazione maggiore sarà il tempo necessario a ristabilire la salute. Questa struttura fa sospettare una bassa resistenza agli stimoli di tipo meccanico, ovvero a parità di impatto ambientale questa tipologia sarà più soggetta a cedimenti e comunque vada avrà una maggiore difficoltà a rientrare nel suo equilibrio (bassa resilienza). Anche le cure saranno a lungo termine.

Vuoi saperne di più?
Partecipa ai nostri corsi


GHIANDOLARE DEBOLE

Osservazione: Fra le costituzioni strutturali questa è anche detta Plurighiandolare o Iride a Margherita. Essa si presenta all’osservazione con una serie di mega-lacune disposte in modo circolare come petali di una margherita, a partire dal Collaretto, il quale risulta quasi sempre dilatato (costipazione atonica e ptosi viscerale). L’appellativo di Plurighiandolare non indica necessariamente un problema ghiandolare attivo. Stiamo ancora indagando predisposizioni genetiche e non le fenotipiche manifestazioni delle diatesi metaboliche o immunitarie. Questi soggetti, come altri attraverso uno stile di vita corretto potranno godere di una vita sana e piena di esperienze così come le altre costituzioni.Costituzione ghiandolare
Fattori di rischio e predisposizioni
Insufficienza ghiandolare con particolare attenzione al pancreas, ma anche ipofisi, tiroide e gonadi. Facilità a disturbi ormonali. Tendenza alla ritenzione idrica con asciti addominali (Deck), debolezza cardiaca e renale col passare degli anni. In questa tipologia costituzionale avremo inclinazione verso una debolezza endocrina ed esocrina ghiandolare e pluriglandolare tra cui diabete e squilibri glicemici, problemi alle surrenali, alla ghiandola pituitaria, alla tiroide, ai testicoli od alle ovaie.

<< Costituzioni di Base

Costituzioni Nervose >>


Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.

 


Nelle pagine di questo sito web facciamo soltanto informazione.
Le nozioni riportate NON sono da utilizzare
per scopi diagnostici o terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.