Candida Albicans: prevenzione e rimedi naturali

Candida Albicans è un fungo opportunistico, una specie della famiglia dei lieviti, che normalmente fa parte di quei microbi che vivono nel tratto gastrointestinale. Piccole quantità di lieviti/funghi vivono in diverse zone del corpo, spesso quelle calde ed umide, tra le quali la bocca, il retto, la vagina e della pelle.
Candida Albicans La loro presenza numerica è naturalmente tenuta sotto controllo da batteri e altri microrganismi che compongono la nostra flora batterica.
Tuttavia, diversi fattori possono mandare fuori controllo il naturale equilibrio microbico, favorendo la diffusione di Candida albicans.
In questo modo il sistema immunitario alterato permette al fungo di crescere fuori controllo e di causare un’infezione da lieviti chiamata candidosi.


I fattori principali che favoriscono la diffusione di Candida Albicans:

– L’uso di antibiotici, i quali debilitano la flora batterica
– Il Diabete ed in forma minore la Gravidanza
– Farmaci che intaccano il Sistema Immunitario come chemioterapia, steroidi, cortisonici, etc
– Prolungate situazioni di stress (incidono sul Sistema Immunitario).

Candidosi vaginale

Candida albicans provoca circa il 90 per cento delle infezioni micotiche, ma non è l’unica specie del genere Candida che vive nel corpo. Altre specie comuni sono C. glabrata, C. parapsilosis, C. tropicalis.
Secondo un rapporto del 2007 sulla rivista The Lancet, alcuni studi stimano che circa il 20 per cento delle donne sane hanno Candida albicans che vive nelle loro vagine (alcune stime riportano un numero molto più elevato, quasi 80 per cento). Ma Candida albicans,osserva il rapporto, comprende 85-95 per cento dei ceppi di lievito Candida isolati dalla vagina. Questi funghi si fanno strada nella vagina provenendo dall’ano. Una crescita eccessiva di Candida albicans (o altre specie di Candida) nella vagina, porta ad una infezione vaginale conosciuta con il nome di Candida vaginalis o Vulvovaginite da Candida

I sintomi più comuni sono:
• Un prurito e sensazione di bruciore nella zona dei genitali, tra cui le labbra e della vulva
• Scarico bianco che viene a volte descritto come simile in modo coerente a ricotta
• Dolore durante la minzione o il sesso
• Arrossamento e gonfiore della vulva

Mughetto e Candidosi invasiva

Candida albicans è un fungo molto comune che si trova nella bocca di persone di ogni età. Secondo un rapporto del 2002 del Postgraduate Medical Journal, il fungo vive nelle bocche del 30 – 45 per cento degli adulti sani.
candida albicans Secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), nonostante questa prevalenza e diffusione, l’infezione orale di Candida albicans, denominata Mughetto o candidosi orale, non è molto comune nella popolazione generale. La Candidosi orale colpisce soprattutto i giovanissimi, i vecchi, e le persone con sistema immunitario indebolito (comprese le persone che usano steroidi): Colpisce 5-7 per cento dei neonati, 9-31 per cento dei malati di Aids, e circa il 20 per cento dei pazienti affetti da cancro.

Candida albicans in Iridologia

Tutti sapete che non è possibile fare alcuna diagnosi clinica attraverso l’iridologia. Tuttavia saprete anche come sia molto semplice fare prevenzione attraverso l’osservazione dell’iride. Infatti le predisposizioni a determinate morbosità sono generalmente ben visibili con l’iridologia e quindi prevedibili. Anche per la Candida albicans possiamo determinare con una certa precisione la possibilità che una infezione fungina abbia già prevalso in qualche modo sul Sistema Immunitario.

(doppio click per ingrandire le foto)

Candida albicans

In Iridologia il segno caratteristico della lotta tra il Sistema Immunitario e le infezioni fungine, è rappresentato da piccoli nodulini a carico del tessuto dell’iride come nella foto in alto. Generalmente risulta più facile osservare questi segni all’interno della corona. Tuttavia si possono incontrare anche nella zona ciliare, come nelle foto successive.

candida albicans

candida

foto Suren Manvelyan

Quando incontriamo queste segnature possiamo chiedere al soggetto se ha già avuto manifestazioni di candidosi o se in famiglia qualcuno dei genitori ne avesse avuto esperienza.
In ogni caso la presenza dei segni di candidosi depongono per una predisposizione alla proliferazione fungina con le relative conseguenze negative. In questi casi indipendentemente dalla presenza della sintomatologia, i nostri consigli preventivi consistono nell’indicazione per una sana alimentazione unita all’uso di integratori alimentari sinergici tra loro.

Rimedi Naturali per la Candida

Controllare la Candida con la Dieta: la prima cosa da fare per combattere la Candida è modificare le proprie abitudini alimentari.
Qual è la dieta contro la Candida? La dieta anti-Candida è una dieta a basso contenuto di zuccheri, cioè una dieta anti-infiammatoria che promuove la buona salute intestinale ed in particolare elimina gli zuccheri dei quali la Candida si nutre. In questo modo eviterete una crescita eccessiva di Candida. La dieta comprende verdure non amidacee, alcuni frutti a basso contenuto di zuccheri, cereali non glutinosi, alimenti fermentati e proteine ​​sane.

A proposito di alimentazione potete trovare una valida carrellata di indicazioni nelle tesine dell’igienista Valdo Vaccaro:
Una inestricabile candida,
Candida vaginale e cambiamenti alimentari

Seguire un piano di trattamento anti-Candida su più fronti.
Vi illustriamo le basi per un semplice piano di recupero anti-Candida. L’implementazione di questi tre interventi nella dieta e nel regime di integrazione alimentare porterà molto lontano lungo la strada della salute e di una vita più sana.
E’ buona norma supportare il percorso con dei rimedi di sostegno/depurazione del fegato per liberarsi dalle tossine rappresentate dalla morte della Candida.
1) La dieta anti-Candida l’abbiamo già vista sopra alla quale andremo ad aggiungere dei riequilibratori del Ph.
2) Curare la disbiosi intestinale usando Probiotici
Questo passaggio tende a produrre un ambiente intestinale ostile alla Candida. I probiotici sono uno dei fondamenti della buona salute intestinale. Aumentano l’immunità, migliorano la digestione, aiutano a mantenere un pH sano nell’intestino e molto altro ancora. In genere si assumono sotto forma di integratori ed hanno una specifica sequenza di assunzione per una corretta ricolonizzazione della flora batterica. Dapprima si procede con una “disinfestazione” e poi con un reimpianto. E’ anche importante la scelta dei probiotici.
3) Dichiarare guerra alla Candida con Antifungini
In caso di Candida albicans gli eventuali interventi terapeutici dipendono anche dalla gravità della situazione. Se necessario possiamo adottare un approccio più aggressivo per combattere la crescita eccessiva di Candida. La maggior parte degli antifungini agisce distruggendo le pareti cellulari del lievito/fungo Candida. Alcuni antifungini molto conosciuti ed usati sono l’acido caprilico e l’olio essenziale di origano, l’estratto di semi di pompelmo e poi ci sono dei cibi come l’olio di cocco e l’aglio.
Dalle mie osservazioni e sperimentazioni possiamo infine consigliare alcuni specifici funghi medicinali. L’approccio della similitudine è sempre molto valido in medicina funzionale e consigliare integratori che siano dello stesso livello evolutivo delle infezioni fungine come la Candida, corrisponde a dotare il nostro sistema immunitario delle armi più adatte per combatterla.

Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.



Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.


 

TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto