Iridologia Psicosomatica

L’Iridologia permette di rilevare la presenza di Ansia, Depressione, Tristezza, Paura, Panico, ovvero tutte quelle situazioni della vita di relazione in cui la mente e la psiche interferiscono sul corpo.
Nell’approccio Psico-Somatico, gli occhi (soma) svelano il mondo segreto delle relazioni, il luogo interiore delle emozioni (psiche). L’iridologia in questo modo rappresenta una inesauribile fonte di informazioni per conoscere se stessi.

Sono molti i segni psicosomatici in Iridologia, in fondo potremmo dire che tutta l’indagine iridologica abbia un contenuto psicosomatico. Ansia e depressione sono le sintomatologie più rappresentative quando si tratta di psicosomatica. In caso di ansia sono presenti paure e preoccupazioni nella sfera psichica che si riflettono con vere e proprie manifestazioni fisiche, modifiche fisiologiche che generano reazioni a volte molto fastidiose. Siamo nell’era dell’ansia e le quote di mercato del commercio di tranquillanti lo confermano. Molto ampiamente abbiamo trattato l’argomento dell’ansia in iridologia psicosomatica nell’articolo Sindromi Ansiose in Iridologia che vi consigliamo di leggere per avere un quadro completo ed esaustivo sui segni dell’ansia rilevabili in iridologia psicosomatica. Se invece volete approfondire sui nuovi segni iridologici dell’ansia e dello stress vi consiglio di leggere il nuovo

Il Manuale di Iridologia Moderna (maggio 2018)

LIBRO IRIDOLOGIA

Un altro interessante esempio di iridologia psicosomatica è rappresentato dall’anello tachifagico, ovvero uno spasmanello (arco dello stress) presente nella zona della corona. Questa segnatura psicosomatica indica uno spasmo viscerale derivante da ansia ipocondriaca che giace molto in profondità nell’inconscio, ovvero c’è una certa difficoltà a far emergere dal profondo della psiche quel segreto disagio. Abbiamo pubblicato un approfondito articolo sull’argomento ansia ipocondriaca in iridologia psicosomatica.

Tutte le segnature iridologiche, comprese quelle di iridologia psicosomatica, sono riconducibili a due grandi gruppi: Genotipo e Fenotipo. Il primo raggruppa tutti quei segni che sono già presenti alla nascita e quindi ereditati, denominati appunto segni Genotipici. Il secondo gruppo comprende tutti i segni osservabili durante la vita del soggetto ma non presenti alla nascita, denominati segni Fenotipici.

Anche la tristezza, che resta un sentimento specificatamente psichico legato ad un’emozione ben precisa, è rilevabile in iridologia psicosomatica. Una trattazione della tristezza in iridologia psicosomatica la potete trovare nel Video TUTORIAL dedicato al dismetabolismo degli zuccheri visibile negli occhi.

In Iridologia Psicosomatica, la mappa iridologica ci rappresenta in modo chiaro lo schema comportamentale del soggetto, in gran parte di eredità genetica. Abbiamo memorie profonde, le quali hanno radici nel nostro passato, che a sua volta è rappresentato fisicamente dai nostri predecessori. L’iridologia psicosomatica ci evidenzia come genitori, nonni, anche fratelli dei genitori e dei nonni siano l’impasto genetico da cui deriviamo. Con l’iridologia psicosomatica è condivisibile pensare di essere costituiti in parte della stessa pasta dei nostri predecessori e quindi in parte influenzati da questo nostro passato biologico. Il passato dal quale dipendiamo è costituito da eventi biografici che hanno segnato le memorie biologiche e di tutto ciò spesso non ne siamo a conoscenza. Ma la psicobiologia ha scoperto che la nostra memoria profonda è garanzia di sopravvivenza e pertanto in modo inconscio continua a gestire informazioni importanti per la nostra stessa vita.

In iridologia psicosomatica c’è da distinguere il livello genetico delle memorie ereditate (Genotipo) dal livello emozionale diretto ed immediato vissuto nella nella vita di relazione (Fenotipo). Entrambe questi piani energetici possono essere accompagnati da vere e proprie modifiche della dinamica cellulare a livello ormonale e dei neurotrasmettitori, visibili con l’iridologia psicobiologica.

Alcuni ricercatori più di altri hanno saputo individuare in modo attendibile e riscontrabile, la correlazione fra i segni iridologici ed il comportamento. Fra i primi a praticare l’iridologia psicosomatica abbiamo Harry Wolf , che negli anni ’90 divulgava i suoi studi di Iridologia Applicata agli aspetti psicologici del comportamento, poi Denny Johnson il quale col suo metodo RayId ha saputo fotografare in modo magistrale gli aspetti costituzionali di impronta genetica del comportamento umano. Qui trovi l’articolo del comportamento che deriva dai 4 anelli espressivi dell’iride

Mappa iridologica

Nell’esempio a fianco potete osservare una mappa iridologica, redatta da Harry Wolf, dal contenuto spiccatamente relazionale. In questo caso i segni rilevati nell’iride saranno interpretati in chiave psicodinamica.
In questo modo si possono ottenere indicazioni specifiche per condurre l’indagine verso il tema vitale.

Il tema vitale, secondo Harry Wolf, è quella particolare situazione comune ad ognuno di noi secondo la quale a seguito di un evento programmante avremo numerosi eventi scatenanti con lo stesso contenuto emozionale. Rispetto all’evento iniziale, generalmente un trauma, cambiano le circostanze ed i personaggi, ma alla fine ci si trova sempre nella stessa situazione interiore. Una condizione che viene anche denominata “coazione a ripetere“.
Secondo alcuni ricercatori ed anche secondo le nostre ricerche in iridologia, le memorie genetiche come un fiume carsico possono tenere vivo un tema vitale anche attraverso più generazioni.

Altri ricercatori come Daniele Lo Rito (Teoria dello Spazio-Rischio psichico) e John Andrews con gli studi sulla Psico Neuro Immunologia in ambito psicosomatico hanno individuato sistemi interpretativi di particolare importanza rispetto alle segnature rilevabili dall’iride, aggiungendo così altri preziosi strumenti per raccogliere informazioni importanti.

IRIDOLOGIA PSICOSOMATICAMappa Iridologia Emozionale

Iridologia PNEI

Iridologia Familiare Sistemica

La nuova ricerca di Loreto Bizzarri, sulle correlazioni fra alcuni segni presenti nell’iride ed i legami familiari, ha permesso di tracciare la mappa dell’Iridologia Familiare Sistemica che rappresenta il riflesso fisiologico degli Ordini dell’Amore (B. Hellinger). Inoltre dopo la pubblicazione di interessantissime ricerche scientifiche, circa le modificazioni epigenetiche conseguenti a traumi subiti, ora è possibile a pieno titolo parlare di iridologia psicosomatica.

Iridologia Familiare Sistemica: Secondo questa innovativa modalità di indagine è possibile risalire l’albero genealogico fino alla posizione di quella persona che nella famiglia ha perso l’appartenenza, generando un trauma nel sistema. Potrebbe essere un bambino od una bambina, una ragazza o un ragazzo nella fase di accoppiamento, un partner, oppure un papà o anche un nonno. La posizione che la persona oggetto del trauma occupa nel clan di famiglia al momento dell’evento è importante, poichè andrà ad incidere i segni in zone diverse dell’iride.

Le tracce biologiche degli eventi importanti emergono nell’iride, che esprime i movimenti dell’Anima come uno schema che viene alla luce. Il dato interessante ed eccezionale è rappresentato dal poter osservare nell’iride qualcosa che B. Hellinger ha potuto percepire e poi tracciare, guidato soltantoo dalla propria intuizione e sensibilità.

Dopo anni di ricerche e valutazioni statistiche, possiamo affermare che le ipotesi sulle quali si fonda il lavoro delle costellazioni familiari, hanno una base fisiologica e visibile nell’iride. Se volete approfondire l’Iridologia Familiare Sistemica vi consiglio di leggere il

Trattato di Iridologia delle Relazioni Umane e dei Sistemi Familiari