Corso Specialistico di Iridologia Familiare Sistemica. Un master da non perdere

Corso Specialistico di Iridologia Familiare Sistemica. Un master da non perdere

Master di Iridologia Tradizionale
ed Iridologia Familiare Sistemica

si terrà a BARI c/o Hotel President di Giovinazzo

con inizio il 5 Novembre 2016

per 6 week-end

qui il PROGRAMMA Completo del MASTER

MASTER IRIDOLOGIA

MASTER IRIDOLOGIA

TEMI TRATTATI nei soli Week-end di Iridologia Familiare

I segni osservabili nell’Iride:
Lacune Cripte e Difetti, Macchie e Pigmenti,
Riflessi neurovegetativi: Raggi solari ed Archi Tetanici.

Fisiologia delle emozioni e dei conflitti:
Attributi Psichici dei segni Iridei nella Coscienza Personale

Introversione ed Estroversione nell’Iride

Emisferi cerebrali Destro e Sinistro:
Concetto di Iride dominante nelle risposte allo Stress

Corrispondenze Iridologiche nella
Terapia Familiare Sistemica (B. Hellinger):
Teoria degli Irretimenti Sistemici rilevabili dal’Iride
Segni genetici di memorie familiari
Segni fenotipici delle dinamiche sistemiche
La nuova mappa Iridologica dei Sistemi Familiari:
Illustrazione delle aree energetiche rappresentate
Istruzioni per l’utilizzo del metodo

Esercitazioni Pratiche durante l’intero percorso formativo

Conduttore del corso di Iridologia sarà Loreto Bizzarri,
autore del libro:

Trattato di iridologia delle relazioni umane e dei sistemi familiari

Durante il corso specialistico iridologia familiare vi presenterò un nuovo metodo per l’interpretazione dei segni genetici e fenotipici evidenziabili dall’osservazione dell’Iride. Il metodo dell’iridologia familiare è basato sulla rilevazione di dati statistici, verificati nell’arco di alcuni anni, su di un campione di centinaia di soggetti. Dopo un’attenta e scrupolosa analisi oltre che una continua verifica dei dati raccolti, si può affermare con sicurezza che i segni osservati nell’Iride hanno un riscontro certo ricollegabile a situazioni di stress che si generano durante la vita di relazione. Un valido aggiornamento per chi ha frequentato corsi di Naturopatia e per tutti gli operatori della salute in medicina olistica.
Le memorie generate da situazioni stressanti possono trasmettersi alle generazioni successive e quando ciò accade vi sono segnature specifiche rilevabili dalla

nuova mappa Iridologica.
Nuova Mappa Iridologia

Secondo il Telegraph, che riporta un articolo apparso su Nature-NeuroScienze nel dicembre 2013, il dottor Brian Dias, del dipartimento di psichiatria della Emory University School of Medicine di Atlanta, ha dimostrato nelle sue ricerche la possibilità che, attraverso i cambiamenti chimici che si verificano nel DNA, alcune informazioni relative ad eventi traumatici possano essere biologicamente ereditate.
Durante le prove si è potuto accertare che nei topi c’è la trasmissione genetica alle generazioni successive di informazioni apprese su esperienze traumatiche o stressanti.
Secondo il dottor Brian Dias: “Dal punto di vista traslazionale, i nostri risultati ci permettono di apprezzare come le esperienze di un genitore, prima ancora di concepire figli, influenzano notevolmente sia la struttura che la funzione nel sistema nervoso delle generazioni successive.
“…Tale fenomeno può contribuire alla eziologia e potenziale trasmissione intergenerazionale del rischio per i disturbi neuropsichiatrici, come fobie, ansia e disturbi da stress post-traumatico”.
Nello studio, pubblicato sulla rivista di Nature Neuroscience, i ricercatori hanno addestrato i topi alla paura dell’odore dei fiori di ciliegio con scariche elettriche prima di consentire loro di riprodursi. La prole prodotta ha mostrato risposte di paura all’odore di fiori di ciliegio contro un odore neutro, nonostante non avessero mai incontrato prima tale odore. Tutto ciò è stato studiato e pubblicato anche in Iridologia:

MASTER 2015 Libro

Durante il corso specialistico iridologia familiare sistemica, verranno illustrati tutti i passaggi attraverso i quali si è giunti alla comprensione dei segreti nascosti dietro ai segni iridologici. Questi passaggi sono sostanzialmente gli studi effettuati in etologia da K.Lorenz, C.Darwin, come anche gli studi in neurofisiologia di Mac Lean e Laborit, senza tralasciare D.Hamer e E.Bach: sarà una emozionante sintesi degli studi di chi ci ha preceduto, finalmente visibile nell’Iride.
Il primo sistema complesso da considerare nella sua struttura e nel suo funzionamento è il nostro sistema corpo-mente. In Medicina Olistica esso rappresenta l’unità elementare nel sistema famiglia.
Struttura del cervello - MAC LEAN

Nel proseguio del corso specialistico iridologia vedremo sommariamente le sequenze fisiologiche ed anatomiche coinvolte in un evento e come queste condizionano le risposte comportamentali successive all’evento stesso.
Nella nostra scuola di Iridologia tali concetti faranno da base interpretativa per quelle risposte comportamentali alterate:
MASTER 2015 FISIOLOGIA DEI CONFLITTI

Possiamo senz’altro sovrappore gli studi di Mac Lean con quanto asserisce D.Hamer circa i foglietti embrionali di derivazione per le varie aree cerebrali.
Se siete interessati di continuare a leggere potete proseguire qui

Ma se siete veramente interessati all’argomento,

iscrivetevi al Master!!






TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto


Memoria e Concentrazione come aumentarle con l’aiuto degliAustralian Bush Flowers

Memoria e Concentrazione
come aumentarle con l’aiuto degli
Australian Bush Flowers

Come migliorare Memoria e Concentrazione
con i Fiori Australiani

Risolvere i problemi di Memoria e di Concentrazione
con l’ausilio delle essenze del Bush Australiano:
il seminario si è tenuto a Roma nel 2015 con il patrocinio della
Green Remedies S.p.A. Distributore Australian Bush Flower Essences.

MEMORIA e CONCENTRAZIONE

Relatore del seminario Loreto Bizzarri

STRUTTURA DELLE FUNZIONI COGNITIVE

Le funzioni cognitive che caratterizzano le facoltà umane di apprendere, memorizzare e ricordare, si fondano su 2 elementi:
– 1 hard-ware rappresentato dalle complesse ed in parte misconosciute strutture cerebrali;
– 1 soft-ware rappresentato dalle sequenze funzionali e biochimiche del processo cognitivo.

Il tutto è rappresentato in quella struttura fisiologica che conosciamo come Il Cervello: Miliardi di cellule neuronali organizzate per funzioni specifiche, che si interconnettono nelle circonvoluzioni cerebrali e nelle reti neuronali, in un contesto biochimico ancora oggi non del tutto esplorato. Non è semplice giungere a delle conclusioni in questo delicato argomento, tuttavia il segreto per avere le giuste informazioni, quando cerchiamo di sapere o capire qualcosa, è porsi le giuste domande. A proposito del Cervello: A cosa ci serve una struttura così complessa? A quale scopo nell’evoluzione genetica si è resa necessaria una così intricata gestione delle informazioni? C’è una sola logica risposta:
Per garantire la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita

Struttura del cervello - MAC LEAN

Per comprendere meglio potremmo paragonare il funzionamento del computer ai processi di apprendimento, con le dovute differenziazioni.

Cervello e Computer

A differenza del computer, studi recenti hanno verificato che i neuroni di un cervello stimolato sviluppano nuove sinapsi e ramificano quelle già esistenti, mentre tende all’atrofia un cervello privato di stimoli anche dal punto di vista biochimico. La memoria è come un “muscolo” e come tale può essere allenato.
Altra differenza col computer: non esistono delle zone del cervello dove vengono memorizzate singole informazioni, poiché ogni informazione è ripartita su un intero complesso di cellule della memoria distribuite nell’encefalo.

Cervello e computer II

Le più recenti ricerche hanno stabilito che le informazioni vengono trattate in 3 diversi depositi con diverse modalità.
– La Memoria Sensitiva o immediata, può trattenere per pochi secondi gli impulsi elettrici che provengono dai 5 sensi;
– una piccolissima parte viene catalogato nella Memoria Primaria, o a breve termine (MBT);
– una selezione emozionale trasferisce le informazioni considerate più importanti nella Memoria Secondaria o a lungo termine (MLT) che può durare anche per tutta la vita.

Le informazioni transitano nella memoria sensitiva e nella memoria primaria per un periodo variabile da pochi secondi ad alcuni minuti. Maggiori sono le possibili associazioni in questo lasso di tempo e tanto maggiori saranno le probabilità che quanto appreso entri nella memoria per tempi più lunghi. Il successivo trasferimento delle informazioni dalla memoria primaria a quella secondaria è un processo delicato e sofisticato.
Ma chi decide quale nozione deve essere ricordata e quale dimenticata? L’IPPOCAMPO…

Puoi scaricare e leggere il file pdf dell’intero seminario

 

Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.



Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.






TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto


Come migliorare l’Autostima con gli Australian Bush Flowers

Come migliorare l’Autostima
con gli Australian Bush Flowers

Migliorare la propria AUTOSTIMA con I Fiori Australiani

L’autostima è il giudizio o l’opinione che abbiamo di noi stessi. E’ la misura in cui si percepisce la propria persona come essere umano meritevole e capace. L’autostima corrisponde alla valutazione del Sé e si costruisce (o si distrugge) attraverso tutte le esperienze e le relazioni che abbiamo durante vita. L’autostima si alimenta anche in base alle regole a cui siamo assoggettati, ovvero il canone comportamentale condiviso con il gruppo a cui apparteniamo. Ad esempio, frequentando un gruppo religioso e seguendo le sue regole, probabilmente uccidere una persona a sangue freddo farebbe diminuire molto la propria autostima. La stessa azione potrebbe invece aumentare l’autostima frequentando un clan di malviventi. Ogni persona che incontriamo e la relazione che si stabilisce con essa aggiunge (o toglie) una tessera della nostra autostima: sappiamo in questo modo che possiamo migliorare l’autostima migliorando le relazioni. Inoltre l’autostima può essere modificata a qualsiasi età.

Quali sono le caratteristiche delle persone con alta autostima:
a) Il piacere di incontrare persone nuove
b) Personalità non influenzabile dai giudizi altrui
c) Coraggio di esprimere le proprie idee e sensazioni
d) Ogni nuovo incontro arricchisce la loro vita
e) Accolgono con interesse le nuove idee e gli altri sono piacevolmente interessati a ciò che hanno da dire
f) Magnetismo particolare per le opportunità positive
g) Atteggiamento predominante: “Penso e sento di poterlo fare”

Quali sono le caratteristiche delle persone con bassa autostima:
a) Non credono in se stesse
b) Vedono il loro fallimento prima di iniziare
c) Severi con se stessi non perdonano i loro errori
d) Pensano di non essere bravi come gli altri
e) Hanno timore di esprimere la loro creatività poiché temono di essere giudicati o ridicolizzati
f) Insoddisfatti della loro vita, preferiscono la solitudine
g) Atteggiamento predominante: “Non sono all’altezza di poterlo fare”

Abbiamo poi alcuni tratti comportamentali della bassa autostima:
a) Il vantarsi esagerato
b) atteggiamenti ricorrenti per attrarre l’attenzione: clownerie, lamentarsi, aggressioni verbali o fisiche
c) Reattività esagerata agli alti e bassi della vita:
il devastante fallimento per piccole cose
d) Continua autocritica e necessità di scusarsi
e) Rinuncia alle sfide ed alla possibilità di cose nuove
f) Attitudine a collocarsi in basso in ogni situazione sociale

Generalmente la bassa autostima viene dissimulata, ma se riusciamo ad osservare segnali di svalutazione del Sé, abbiamo a nostra disposizione 2 rimedi che rappresentano i pilastri fondamentali dell’intervento floriterapico per migliorare l’autostima:

SELF CONFIDENCE

SELF CONFIDENCE

OTTIMISMO

OTTIMISMO

Rimedi
Composti
formulati dal
Dott. Ian White
da essence floreali
raccolte e trattate in
AUSTRALIA


 

Vi sono poi teorie che attribuiscono all’ambiente familiare ed in particolare ai genitori la corresponsabilità per tutti i disagi che generano bassa autostima.
Per la verità alcune corresponsabilità sono sempre riscontrabili, tuttavia bisogna avere uno sguardo più ampio sull’intero vissuto trans-generazionale che coinvolge la persona osservata. Uno sguardo più attento e rispettoso spesso ci permetterà più equilibratamente di osservare dietro ogni genitore, un essere umano con un‘Anima, e come ognuno portatore del proprio dramma. Perciò per migliorare l’autostima, come atteggiamento terapeutico, durante l’indagine consiglio di non attribuire a nessuno responsabilità alcuna, ma di limitarsi ad osservare come si sono svolti i fatti.

Continua a leggere su come migliorare l’Autostima,
scaricando il file pdf del seminario:

Migliorare l’AUTOSTIMA con Australian Bush Flowers


 

Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.



Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.



TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto


Valorizzare le affinità nella coppia con i rimedi naturali: i Fiori Australiani

Valorizzare le affinità nella coppia
con i rimedi naturali:
i Fiori Australiani

Come migliorare le RELAZIONI DI COPPIA:

con gli AUSTRALIAN BUSH FLOWER ESSENCES

Gli argomenti trattati riguardano tutte le situazioni che un uomo ed una donna vivono dal momento che instaurano una relazione di coppia. Dalla ricerca dell’anima gemella, alla fase dell’innamoramento, alla pienezza della relazione, alla crisi di coppia, alla separazione, alla tristezza ed alla piccola depressione che potrebbe presentarsi alla rottura della relazione.
Nel dettaglio vedremo: fluidità verbale, difficoltà nella comunicazione, capacità di esprimersi,
il contatto fisico, rottura della relazione, il risentimento, ed altro.

A gennaio 2015 Loreto Bizzarri, in collaborazione con GREEN REMEDIES, ha tenuto un Seminario specialistico per il supporto degli stati d’animo e le difficoltà nelle relazioni di coppia:

RELATIONSHIP

RELATIONSHIP

Il potere terapeutico delle essenze floreali è ormai riconosciuto e consolidato sin dalla grande rivelazione che Edward Bach ha rappresentato… E stiamo parlando del 1930!! Già allora per i 38 Fiori di Bach ed ancor più ai giorni nostri con i 69 Australian Bush Flowers, è necessario individuare un metodo di facile applicazione per favorire l’uso delle essenze floreali in modo semplice ed efficace. Il dott. Ian White per questo scopo ha studiato delle composizioni ad hoc miscelando i suoi 69 Australian Bush Flowers. Sono composizioni utilizzabili in moltissimi ambiti per migliorare le relazioni umane ed in questo specifico seminario sono state messe a fuoco tutte le casistiche possibili in una reazione di coppia.

Le composizioni permettono a chi non ha alcuna esperienza di fornire rapidamente un supporto emozionale per tutte quelle situazioni di disagio che la vita ci presenta. Tuttavia con un piccolo approfondimento è possibile studiare e consigliare delle formulazioni ancor più specifiche caso per caso, attingendo alla ricchissima varietà delle Essenze Australiane.

I due elementi base per ottenere i migliori risultati con la floriterapia sono: la conoscenza dei rimedi floreali ed il saper riconoscere gli stati d’animo che la persona sta attraversando. Andremo ad occuparci delle relazioni di coppia e di tutti gli stati d’animo che si possono presentare prima, durante e dopo la relazione stessa.
Nei rapporti di coppia ad esempio, nel modo di diventare e poi di essere una coppia, gran parte delle persone hanno molto in comune. Non ci sono modelli unici ed irripetibili bensì alcuni modelli fondamentali intorno ai quali costruiamo i nostri rapporti di coppia e dei quali condividiamo contrapposizioni conflittuali e soluzioni simili, tematiche ed intrighi simili.

Qual è la forza di attrazione che tende ad unire due persone fino a formare una coppia? La prima fase è quella dell’innamoramento ed è sostenuta dalla biochimica dei nostri corpi. Infatti ad un certo momento della nostra vita la biochimica degli ormoni prende possesso dei nostri corpi e delle nostre menti, ci fa avvicinare senza timore ad un estraneo/a ed entrare in confidenza profonda con esso/a.

SEXUALITY

SEXUALITY

Questa forza ci sostiene nel legame fino a generare un nuovo Sistema di coppia ed al tempo stesso ci permette di allentare i legami con la Famiglia di Origine, configurando così una dinamica di emancipazione. I due pilastri d’elezione in questo processo di emancipazione sono: RELATIONSHIP e SEXUALITY
Relationship aiuta a lasciarsi alle spalle i legami della famiglia di origine mentre Sexuality rinforza il legame tra i partners.

Ci innamoriamo perché inconsciamente ci riconosciamo, cioè entriamo in risonanza con qualcosa di simile accaduto nelle rispettive famiglie. Potrebbe trattarsi delle dinamiche familiari, di perdite subite, di adozioni o anche di difficoltà vissute dai partner nella stessa fase di sviluppo della personalità.
In sintesi la relazione di coppia è innescata dall’attrazione sessuale, rinforzata dalle similitudini inconsce ed ha sullo sfondo i figli come rappresentanti evoluti ed emancipati rispetto ad una sequenza emotiva irrisolta dei genitori. E questo crea un legame…

Puoi continuare a leggere scaricando il pdf della presentazione:

Migliorare le RELAZIONI DI COPPIA con Australian Bush Flowers 1
Migliorare le RELAZIONI DI COPPIA con Australian Bush Flowers 2
Migliorare le RELAZIONI DI COPPIA con Australian Bush Flowers 3

Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.




Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.



TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto


Cos’è l’Ansia Ipocondriaca e come combatterla con i metodi naturali

Cos’è l’Ansia Ipocondriaca
e come combatterla con
i metodi naturali

Ipocondria: il disturbo della paura per le malattie.
L’Ipocondria detta anche Ansia Ipocondriaca
vista attraverso l’Iridologia ed
affrontata con i rimedi naturali.

Tutti possono essere preoccupati per la loro salute, ma per alcune persone, anche quando sono in buona salute, il timore di ammalarsi gravemente è così forte da rendere difficile la loro vita quotidiana. Quelle persone che vivono nella paura di avere una grave malattia, nonostante le analisi cliniche non abbiano mai trovato nulla di rilevante, possono avere i sintomi psico somatici legati al disturbo d’ansia ipocondriaca.

L’ipocondria in sintesi:
– Il principale sintomo dell’ipocondria è la preoccupazione eccessiva per la salute.
– Le cause dell’ipocondria sono varie e potrebbero anche essere correlate
a reali condizioni di salute.
– Per molte persone, l’ipocondria è un’esperienza temporanea.
– Il termine più esatto è “Ansia Connessa allo Stato di Salute
non correlata ad altre sindromi ansiose”.

L’Ipocondria rappresenta un certo grado di ansia legato alla caratteristica convinzione di avere una grave malattia o alla paura delle malattie in genere, che interferisce nella vita quotidiana.

Quali sono i sintomi dell’ipocondria?

– La paura persistente generata dalla convinzione di contrarre una malattia grave
– La preoccupazione persiste nonostante la cura medica e la diagnosi
– I sintomi interferiscono nella normale vita quotidiana
– I sintomi sono presenti da almeno sei mesi
– La condizione è meglio spiegata da una diagnosi di ansia ipocondriaca e non da una diagnosi di malattia mentale (ossessioni, compulsioni, schizofrenia, disturbo bipolare)

Vediamo più in dettaglio l’argomento: nel lavoro “Sindromi Ansiose in Iridologia”, abbiamo già trattato i disturbi d’ansia. Tuttavia dobbiamo sottolineare come la particolarità dell’ipocondriaco non sia tanto la sua paura, comune ad altre forme di ansia, quanto la sua convinzione di avere una malattia e che questa convinzione con la relativa paura persista anche dopo le indagini cliniche negative e le inutili rassicurazioni del medico.
Gli attacchi di ansia ipocondriaca, che arrivano fino alle crisi di panico, possono essere innescati da sintomatologie fisiche funzionali come il battito cardiaco accelerato (tachicardia), la difficoltà a respirare, febbri ricorrenti, etc, oppure da sintomatologie fisiche lesionali che vanno dalla lieve ferita, alle cisti, dolori persistenti inspiegabili, etc. Ma l’ansia ipocondriaca facilmente si scatena davanti la porta della sala operatoria, anche quando soltanto si prefiguri questa immagine nel momento che il medico proponga un intervento, poiché il soggetto penserà subito al peggio. L’ipocondriaco può entrare in ansia anche solo leggendo o sentendo parlare di una malattia, ad esempio quando viene a sapere che qualcuno si è ammalato o è deceduto per una grave malattia.

Di quali malattie ha maggiormente paura l’ipocondriaco?
– Malattie a carico del cuore come per esempio l’infarto del miocardio
– Colpi apoplettici cerebrali come ictus ed ischemie in genere o emorragie cerebrali.
– Malattie neoplastiche, cioè tumori; più raramente leucemie o diabete
– Malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer, il Parkinson o la Sclerosi Multipla.

Immaginate ora la difficoltà che può avere un Iridologo che pratica l’iridologia classica legata alla fisiologia: il modo di procedere di solito è osservare i segni nell’iride e chiedere per ognuno di essi se il distretto fisico relativo alla segnatura abbia avuto una qualche alterazione… Facilmente ad ogni domanda dell’iridologo, l’ipocondriaco alzerà il suo livello d’ansia fino al punto che questa sarà incontrollabile ed a nulla serviranno le spiegazioni dell’iridologo circa la vera natura delle informazioni iridologiche.

Ipocondria nell’era di Internet: La diffusione dell’informazione medica su Internet ha dato alle persone una piattaforma per ricercare i sintomi e ricevere informazioni gratuite sui problemi di salute. Ma da parte di un ipocondriaco esaminare i sintomi reali o immaginari può solo alimentare preoccupazione e angoscia per le malattie percepite. Per alcune persone la ricerca di sintomi online provoca sensazioni di ansia travolgente o la paura che un mal di testa sia causato da un tumore al cervello o acora che una tosse possa indicare la presenza di un cancro. Per questa condizione particolare in alcuni ambiti è stato coniato il termine di cybercondria. Coloro che professionalmente si occupano di salute mettono sempre più in guardia contro il dispendio di troppo tempo nella ricerca di sintomi o malattie online. L’autodiagnosi in genere risulta dannosa.

scarica il pdf della ricerca Sindromi ansiose in Iridologia.

Le cause dell’Ipocondria:

Le cause dell’Ipocondria non sono state ancora ben individuate, tuttavia vi sono delle condizioni che sembrano essere particolarmente correlate o scatenanti:

Convinzione – un fraintendimento delle sensazioni fisiche, legato a un fraintendimento di come funziona il corpo.

Ereditarie – persone che hanno un familiare ipocondriaco hanno maggiori probabilità di sviluppare la condizione.

Storia personale – le persone che hanno avuto esperienze di cattiva salute in passato potrebbero essere più inclini a sviluppare una paura sproporzionata di ammalarsi di nuovo.

Collegamenti ad altre condizioni – un’alta percentuale di pazienti con ipocondria ha anche depressione maggiore, disturbo di panico, disturbo ossessivo-compulsivo o disturbo d’ansia generalizzato.

La paura di qualcosa si impara o si eredita (leggi l’articolo) da qualcuno che l’ha imparata in un certo momento della sua vita, di solito in corrispondenza di specifici eventi stressanti. Pertanto, a mio avviso, l’ansia ipocondriaca ha sempre un certo fondamento nella realtà della vita di relazione.

Non di rado, quando qualcuno in famiglia sia stato vittima di un infarto letale o di un tumore, altri membri del gruppo familiare possono sviluppare la paura per quella determinata malattia. Oppure l’ipocondria potrebbe avere origine quando si nasce con una malformazione organica genetica con la sensazione di menomazione fisica ed anche di una certa sfortuna che può attrarre altre malattie. E’ abbastanza diffusa la possibilità che eventi stressanti come la perdita di una persona cara possano sfociare in ipocondria. La situazione dell’Ansia Ipocondriaca è comunque una fase dove una certa reattività è ancora presente, tuttavia di fondo la paura è sempre alimentata dalla convinzione che non ci sia più nulla da tentare e di conseguenza c’è una resa totale al male. Col tempo e con la cronicizzazione la convinzione e la resa potrebbero lasciare il campo alla reazione ansiosa.

Trattamento dell’Ipocondria:

Il trattamento più idoneo per l’Ipocondria prevede approcci di tipo cognitivo-comportamentali. Saranno efficaci tutti quei trattamenti mirati a corregge nei soggetti ipocondriaci le loro interpretazioni minacciose di alcune sensazioni fisiologiche, ad eliminare comportamenti di controllo compulsivo e la continua ricerca di rassicurazione. Gli approcci cognitivo-comportamentale prevedono alcuni passaggi importanti:
1) Esclusione di effettivi problemi clinici
2) Istruzione ed educazione alla sintomatologia tesa a normalizzare l’interpretazione erronea.
3) Tecniche cognitive (PNL) per modificare errate interpretazioni di innocue sensazioni fisiche.
4) Tecniche di esposizione alle situazioni evitate e modulazione della risposta adattativa.
Nell’ultimo punto la prevenzione della risposta è utilizzata in tandem con l’esposizione. Per il soggetto comporta resistere all’impulso di cercare informazioni o rassicurazioni su salute e malattia. In altre parole, una volta esposta alle sensazioni temute, alla persona viene insegnato ad utilizzare strategie di coping in buona salute (come ad esempio l’esame delle prove) piuttosto che chiamare medici o correre sul web.

L’ansia ipocondriaca nella naturopatia è una situazione riconoscibile attraverso una visita iridologica; certi casi particolari di ipocondria possono trarre giovamento dall’uso dei Fiori di Bach Agrimony, Mimulus e/o Gorse. (scarica dispensa Fiori di Bach)

Edward Bach

Nello scritto di Edward Bach pubblicato da C.W. Daniels CO. nel 1933, al capitolo degli “aiutanti” ed in particolare per la tipologia Gorse dice: “…Il motivo della loro rassegnazione è che in precedenza la paura, il terrore o il tormento gli hanno fatto abbandonare la speranza, per cui hanno cessato di lottare. Tuttavia tali casi possono migliorare al di là di ogni aspettativa sotto l’influenza di Gorse; a quel punto si potrà scoprire che per completare la cura saranno necessari Agrimony o Mimulus
 

Vorrei segnalarvi lo schema iridologico del disturbo ipocondriaco:
la costituzione Ansioso-Tetanico con Anello Tachifagico.

iridologia funziona

La costituzione Ansioso-Tetanica come base genetica dell’ansia in generale è stata già trattata nel lavoro “Sindromi Ansiose in Iridologia” che consiglio di leggere. In alto potete osservare una foto dell’iride con queste caratteristiche, ovvero la dominanza di Archi Tetanici e Raggi Solari (click sulla foto per ingrandirla).

L’Anello Tachifagico è una particolare segnatura diffusa in circa il 10% delle osservazioni iridologiche effettuate, la quale si rappresenta come una porzione più o meno lunga di Arco Tetanico presente all’interno del Collaretto nella zona della Corona.

Anello Tachifagico 1Anello Tachifagico 2

 

 

In Iridologia Familiare Sistemica questa particolare segnatura evidenzia il richiamo inconscio verso la morte. Potrebbe essere legato alla perdita traumatica di qualche membro della famiglia dove il soggetto osservato è irretito. L’evento traumatico potrebbe trovarsi in generazioni precedenti anche prima che il soggetto nascesse. La percezione profonda è un certo richiamo verso la morte che potrebbe innescare disturbi di Ansia Ipocondriaca.
La situazione emotiva di cui stiamo parlando è ben descritta da Edward Bach nel suo intervento all’Homeopathic World nel 1930 quando descrive il tipo Agrimony: ”…Frequentemente si scopre che sono ossessionati da qualche individuo, anche se il loro persecutore può trovarsi su un altro piano…

suren manvelyan

Foto Suren Manvelyan

Quando la rilevazione dell’Anello Tachifagico si somma all’osservazione di una costituzione Ansioso-Tetanico, allora possiamo prevedere con sicurezza la presenza di un certo grado di Ansia Ipocondriaca. Possiamo anche sperimentare l’azione curativa dei Fiori di Bach come Agrimony, Mimulus e Gorse. In ogni caso è bene approfondire l’indagine per conoscere le cause e tutti gli altri eventuali rimedi per l’Ipocondria.

Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.



 

Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.


TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto

Dai nuovi studi sull’Epigenetica le prove scientifiche per l’Iridologia Familiare Sistemica

Dai nuovi studi sull’Epigenetica
le prove scientifiche
per l’Iridologia Familiare Sistemica

Novità dalle Neuroscienze:
arrivano le prove scientifiche
dell’Iridologia Familiare Sistemica

In questi giorni apprendo con piacere da un collega ed amico che alcuni autorevoli siti Internet come –> Telegraph, Nature, National geographic , BBC,

citano pubblicazioni scientifiche di interessanti ricerche nel campo delle neuroscienze, le quali dimostrerebbero che le informazioni del trauma si trasmettono geneticamente attraverso modificazioni della struttura del DNA. A dire il vero il mondo scientifico si era già da tempo orientato in questa direzione, ipotizzando che degli stress severi potessero coinvolgere la memoria di più generazioni (Study of Holocaust survivors).

Ora è provata scientificamente la fondatezza e l’attendibilità
dell’Iridologia Familiare Sistemica!

prove scientifiche

Questi eccezionali risultati delle Neuroscienze rappresentano le prove scientifiche per l’efficacia dell’Iridologia Familiare Sistemica. Gli studi confermerebbero infatti le rilevazioni già emerse durante la mia ricerca iridologica sulle memorie da stress trasmesse attraverso le generazioni familiari. In particolare quindi sarebbe confermata su base scientifica la possibilità che alcune segnature di tipo genetico presenti negli occhi delle persone, possano rappresentare l’espressione di una memoria dolorosa. Si può pertanto affermare che il metodo dell’Iridologia Familiare Sistemica è attendibile e funziona. Più precisamente secondo il Telegraph, il dottor Brian Dias, del dipartimento di psichiatria della Emory University School of Medicine di Atlanta, ha dimostrato nelle sue ricerche la possibilità che, attraverso i cambiamenti chimici che si verificano nel DNA, alcune informazioni relative ad eventi traumatici possano essere biologicamente ereditate. Durante le prove scientifiche si è potuto accertare che nei topi c’è la trasmissione genetica alle generazioni successive di informazioni apprese su esperienze traumatiche o stressanti.

Secondo il dottor Brian Dias: “Dal punto di vista traslazionale, i nostri risultati ci permettono di apprezzare come le esperienze di un genitore, prima ancora di concepire figli, influenzano notevolmente sia la struttura che la funzione nel sistema nervoso delle generazioni successive. Tale fenomeno può contribuire alla eziologia e potenziale trasmissione intergenerazionale del rischio per i disturbi neuropsichiatrici, come fobie, ansia e disturbi da stress post-traumatico“. Queste affermazioni coincidono in pieno con le basi concettuali su cui si fonda l’Iridologia Familiare Sistemica, e ne rappresentano la prova scientifica.

Nello studio, pubblicato sulla rivista di Nature Neuroscience, i ricercatori hanno addestrato i topi alla paura dell’odore dei fiori di ciliegio con scariche elettriche prima di consentire loro di riprodursi. La prole prodotta ha mostrato risposte di paura all’odore di fiori di ciliegio contro un odore neutro, nonostante non avessero mai incontrato prima tale odore.
La generazione successiva ha anche mostrato lo stesso comportamento della generazione che era stata sottoposta a stress. Si è anche osservato come questo effetto abbia continuato a sussistere, anche quando i topi venivano generati attraverso l’inseminazione artificiale.
I ricercatori hanno scoperto cambiamenti strutturali nelle aree utilizzate per rilevare l’odore nel cervello dei topi addestrati e nel cervello della loro prole.

Il professor Marcus Pembrey, genetista pediatrico presso l’University College di Londra, ha detto che il lavoro ha fornito “prove convincenti” per la trasmissione della memoria biologica.
Egli ha aggiunto: “Questo studio è indirizzato alla paura costituzionale la quale è molto importante per fobie, ansia e disturbi da stress post-traumatico…” ed ancora “E ‘giunto il momento che i ricercatori della salute pubblica prendano sul serio le risposte umane trans-generazionali.” La Naturopatia e l’Iridologia Familiare Sistemica, che da sempre si occupano di salute e benessere, in questo specifica circostanza si presentano come precursori. Vedi gli articoli sull’Ansia (Sindromi ansiose in Iridologia) (Ansia Ipocondriaca).

Guarda il video su YOUTUBE (lingua inglese)

Ottime notizie quindi per tutti coloro che condividono ed utilizzano già da tempo le innovative osservazioni dell’Iridologia Familiare Sistemica. Il mondo della ricerca ci ha fornito le prove scentifiche della trasmissione genetica delle memorie dolorose derivanti dai traumi.
Circa 10 anni fa iniziai la ricerca sui segni delle memorie familiari per gli eventi traumatici presenti nell’iride umano. Nel 2011 ho pubblicato il “Trattato di Iridologia delle Relazioni Umane e dei Sistemi Familiari”. Dopo anni di osservazioni e raffronti statistici, alla pagina 12 del trattato, nell’introduzione al libro sostenevo che:
“Nei sistemi viventi tutto è organizzato e si muove per garantire la sopravvivenza, quindi anche nel nostro sistema Corpo-Mente funziona così. Pertanto qualsiasi cambiamento nell’ambiente circostante che possa configurarsi come una minaccia (reale o percepita, poco importa) inevitabilmente scatenerà una serie di reazioni fisiologiche sostenute da neuro-trasmettitori. Questo stato alterato della fisiologia, peraltro necessario per l’adattamento, permarrà fino alla risoluzione del problema. Spesso la risposta adattativa non è così immediata, non si riesce ad elaborare una soluzione a breve termine per quel disagio. Allora la circostanza diventa cronica con ciò che ne consegue a livello fisiologico. In questi casi l’alterazione fisiologica (malattia) perdura nel tempo accompagnata dalla sequenza emotiva irrisolta. Quest’ultima può in questo modo trasferirsi nella memoria biologica come un “evento programmante” pronto ad essere richiamato in futuro in circostanze analoghe generando una serie di “eventi scatenanti”. Inoltre una sequenza emotiva irrisolta può anche trasferirsi come programma per le generazioni successive, per i figli di quella generazione i quali cercheranno a loro volta la giusta soluzione, ovvero l’adattamento richiesto. In questo libro guarderemo l’iride dell’occhio umano per completare quelle preziose informazioni che la clinica medica sa fornire sulla malattia. Osservando la mappatura genetica rappresentata dall’iride andremo a raccogliere informazioni che riguardano i disagi vissuti nella vita di relazione sistemica con l’ambiente. “

Al momemento di andare in stampa con il libro, terminata la ricerca e disegnata la nuova mappa iridologica, eravamo statisticamente certi del metodo diagnostico a livello iridologico. Le nostre ipotesi iniziali, frutto di una intuizione, sono state verificate su numerosi casi reali al fine di stabilire delle regole secondo le quali l’evento traumatico lascia la sua traccia/memoria in zone ben precise dell’Iride. Pur essendo certi della corretteza delle indagini e l’attendibilità del metodo, possiamo oggi essere confortati da prove scientifiche per l’efficacia dell’Iridologia Familiare Sistemica, come tecnica di Medicina alternativa.
Oggi possiamo affermare che l’Iridologia Familiare Sistemica è frutto di ricerche scientifiche e riscontri statistici, condotte a proprie spese e personali esperienze, che ne confermano l’attendibilità sul piano dell’onestà intellettuale. L’utilità di poter utilizzare un metodo di indagine così puntuale può essere senz’altro un’occasione imperdibile di crescita personale per chiunque. Per gli Operatori della Salute, Medici e Naturopati che sapranno apprezzare il contributo dell’Iridologia Familiare Sistemica ci saranno ottimi risultati terapeutici .

Per un approfondimento rimandiamo alla lettura del Trattato di Iridologia delle Relazioni Umane e dei Sistemi Familiari, tuttavia in questa sede possiamo dare una piccola descrizione della metodologia di indagine:
prove scientifiche
Quando nell’occhio sinistro incontriamo una lacuna nella zona indicata dalla freccia devremmo cercare uncucciolo di brancocioè un bambino o un giovane che nella famiglia ha perso l’appartenenza.

La perdita di appartenenza in genere viene percepita dalla Coscienza in concomitanza di eventi traumatici, ad esempio per un decesso, ma anche per figli dispersi, ceduti in adozione, molto malati o altri destini avversi che abbiano fatto percepire alla Coscienza del clan familiare un danno alla persona.
I membri del sistema Famiglia in questi casi assorbono la memoria dell’evento e l’intero sistema si muoverà di conseguenza coinvolgendo per via genetica anche le successive generazioni.

L’aspetto terapeutico sarà in questo modo guidato senza errori sui reali condizionamenti del comportamento che la persona può aver ereditato per via genetica già al concepimento. Inoltre con l’indagine dell’Iridologia Familiare Sistemica si escludono tutte quelle strane intuizioni che alcuni terapeuti hanno circa i loro assistiti e che trasferiscono lo scambio terapeutico su piani ideali e spesso poco aderenti alla realtà.

Facciamo un altro esempio: una lacuna sull’occhio di sinistra nella zona ad ore 12.00 indicata nella foto, rappresenta un altro evento traumatico. In questo caso però l’area della Coscienza che ha subito la lesione è diversa da quella precedente: si tratta di una perdita di appartenenza legata alla DIGNITA’ FEMMINILE. E’ un concetto che potrà essere meglio approfondito con la lettura del libro o la partecipazione ai seminari. In breve questa informazione archetipale è rappresentata dalla donna in relazione con il MASCHILE da ONORARE.

prove scientifiche

Nelle Relazioni Sistemiche e quindi fra i membri di una Famiglia non ci sono vincitori e vinti, meritevoli o non meritevoli, ma ognuno deve avere il suo posto ed il suo rispetto. Così quando una donna perde la sua Dignità a causa di comportamenti sprezzanti o spregievoli dell’uomo che lei invece onora, allora il Sistema percepisce un danno per quella donna. Le conseguenze saranno rappresentate dalla necessità inconscia di un certo riscatto femminile affinchè venga riconosciuto il ruolo di quella donna e che venga rispettato il posto che a quella donna spetta all’interno del Sistema Familiare. Comunque il dolore di quella donna per il torto subito, per la Dignità perduta, sarà parte della memoria cellulare che si trasmetterà alle generazioni successive.

Il metodo di indagine è questo che ho appena illustrato. Un metodo semplice ma di grande efficacia. Resta essenziale comprendere il contenuto energetico ed il contesto Sistemico delle varie aree Iridologiche, per andare a ricercare e poi riconoscere gli eventi che hanno causato un danno all’equilibrio personale e familiare.

Il tipo di segno è indicativo del tempo in cui l’evento è accaduto e del contenuto emotivo. Ad esempio, un raggio solare rappresenta paura, mentre un pigmento a reticolo rappresenta tristezza. Ed ancora possiamo affermare che una lacuna è geneticamente strutturata nell’iride e rappresenta un evento accaduto nelle generazioni precedenti del quale spesso il portatore non se ne conosce l’esistenza.

Loreto Bizzarri:

Diplomato in Iridologia presso l’ASSIRI, è fra i soci fondatori della ISIr, The Italian Society of Iridoligists, presso la quale ha svolto attività di ricerca e divulgazione dell’Iridologia. Nel 2002 presenta la ricerca “Ansia in Iridologia”.
Appassionato seguace di Harry Wolf (California), Loreto Bizzarri sviluppa una particolare attenzione agli aspetti relazionali ed emozionali dell’Iridologia energetica.
Nel 2003 la U.Na-Unione Naturopati di Milano, gli conferisce il diploma di Naturopata Esperto in Iridologia ed Oligoelementi. Profondo conoscitore di rimedi naturali per la conservazione della salute, applica con successo terapie emozionali per la rimozione degli effetti dei traumi.
Loreto Bizzarri attualmente è docente di Iridologia, Fiori di Bach, Oligoelmenti e Gemmoderivati primariamente presso la scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza e nella scuola internazionale di Naturopatia CNM-College of Naturopathic Medicine oltre che presso la Scuola Italiana di Scienze Naturopatiche e l’Accademia CHIRON di Roma
Per la collana Riza Scienze (manuali di Naturopatia) ha pubblicato
1) Iridologia : negli occhi c’è il segreto della nostra salute. Ecco come scoprirlo / Loreto Bizzarri Milano : Riza, 2010
2) I minerali che ti ricaricano in primavera : guida pratica agli oligoelementi : via la stanchezza con manganese e rame, così rigeneri e rinforzi l’energia vitale / Loreto Bizzarri Milano : Riza 2013
3) IRIDOLOGIA: ecco la tecnica per individuare i disagi dai nostri occhi prima che ci ammaliamo / Loreto Bizzarri Milano : Riza marzo 2017 sfoglia

Iridologia

Inoltre Loreto Bizzarri ha svolto la sua attività di ricerca e divulgazione dell’iridologia e della naturopatia presso organizzazioni in ambito olistico come Lady Nada di Sassari, TaoNuovaVita di Bologna, He Art di Roma. Per alcuni anni ha svolto attività di docente presso i corsi di naturopatia del Campus Borri.

Loreto Bizzarri è conduttore di Seminari di Iridologia e Relazioni Familiari adottando il sistema della lettura dell’Iride presso il centro di benessere sensoriale YogaSurja, nel cuore dei Castelli Romani, presso il Centro Benessere Heliantus di Bari, nonchè a Bologna e Sassari. Tale attività è svolta con successo in varie sedi ed associazioni in tutta Italia come ad esempio “la Quinta Essenza” di Latina, “Essere in Armonia” di Roma, le sedi di Bari, Bologna, Ferrara, Sassari, Salerno, Messina e Civitavecchia.

Negli ultimi anni Loreto Bizzarri ha svolto attività di ricerca in Iridologia con particolare riferimento ai legami familiari ed alle loro influenze sistemiche, tracciabili dall’Iride. All’inizio del 2011 ha pubblicato un suo nuovo lavoro in merito:

“Trattato di Iridologia delle relazioni umane e dei Sistemi Familiari”

Libro di Iridologia

Iridologia Classica e Costituzionale: E’ ormai risaputo e condiviso che le malattie derivano in gran parte dall’errata alimentazione e dallo Stress. Loreto Bizzarri, spinto dalla sua passione alla ricerca di metodi sempre più efficaci nella prevenzione delle malattie, ha cercato di comprendere quali segni nell’iride possano rappresentare meglio la presenza dei neurotrasmettitori tipici delle situazioni di Ansia e Stress. E se nel suo precedente Trattato di Iridologia delle relazioni umane e dei Sistemi familiari Loreto Bizzarri forniva elementi sugli aspetti relazionali e comportamentali rilevabili dall’iride, in questo nuovo manuale descrive i legami tra l’Iridologia e la Fisiologia.
L’autore parte dall’Iridologia classica e costituzionale, per estendere l’indagine alla ricerca di correlazioni con le nuove scoperte nel campo delle Neuroscienze. L’Iridologia è considerata un’eccellente metodica olistica al servizio della Salute e della prevenzione che va continuamente aggiornata ed allineata agli aspetti evolutivi. Nell’ultimo decennio, infatti, si sono sviluppati nuovi modelli di osservazione sui percorsi che precedono la malattia, come ad esempio la sindrome metabolica, l’infiammazione sistemica di basso grado, la permeabilità intestinale, e tutte le modificazioni fisiologiche indotte da ansia e stress. Oltre alle basi dell’Iridologia, vengono qui presentati nuovi schemi interpretativi per alcuni segni iridologici in relazione ai livelli di cortisolo, di adrenalina e noradrenalina e del metabolismo degli zuccheri, come tipiche reazioni all’ansia ed allo stress. Inoltre sono individuate nuove zone riflessogene del S.N.A. e del Sistema Limbico, come l’Amigdala, visti alla luce del loro ruolo nei meccanismi di difesa dallo stress.
Il Manuale di Iridologia Moderna è destinato a tutti coloro che sono appassionati di Iridologia per cultura personale o per motivi professionali e che intendono avere una visione dettagliata ed aggiornata della materia.

Il Manuale di Iridologia Moderna (maggio 2018)

LIBRO IRIDOLOGIA


Vuoi saperne di più?
Scopri come funziona la visita iridologica.





Le nozioni riportate in queste pagine non sono da utilizzare
né per scopi diagnostici né terapeutici.
Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
al proprio medico e/o ad uno specialista.



TORNA ALLA HOME oppure continua a navigare dal menu in alto


Iridologia e Funghi Medicinali: Corso per operatori della salute
Dopo il successo di Roma e Ferrara si replica a


Bologna 21-22 settembre 2019
Early Booking – Sconto 20% per iscrizioni…

+ INFO