Iridologia: 10 condizioni a rischio dai segni nell’iride

da | 27 Ago 2015

Iridologia: i segni negli occhi sono indicatori di rischio per la salute

iridologiairidologia

L’Iridologia è un metodo diagnostico che funziona attraverso l’osservazione dell’iride nell’occhio. I segni nell’iride, come macchie e lacune, sono da considerare anomalie. In altre parole i segni nell’iride sono il riflesso biologico dell’alterazione fisica. Ad esempio la forma ed il colore delle macchie indicano il tipo di disturbo al quale si va incontro. In questo modo l’Iride diventa lo specchio in cui si riflette la salute. L’Iridologia è una tecnica di indagine non invasiva ed indolore, basata soltanto sull’osservazione. Ecco alcuni esempi sull’utilizzo dell’Iridologia.

10 condizioni a rischio rivelate dall’Iridologia

L’Iridologia non è una indagine di tipo clinico e non può diagnosticare malattie. Detto questo l’Iridologia è estremamente utile ed ecco spiegato il perchè: i numerosi segni negli occhi sono stati tutti catalogati e la loro presenza aumenta rispettivamente il rischio per contrarre certi disturbi. Infatti In molti casi l’Iridologia è stata utile per indicare a quali aree del corpo il medico doveva prestare maggiormente attenzione. L’iridologia rivela quali zone del corpo possono essere a rischio per lo sviluppo di condizioni morbose. Di seguito 10 condizioni a rischio che possono essere individuate con l’Iridologia:

1. Il colesterolo alto. La presenza di un anello biancastro che circonda l’iride può essere indicativo sia di colesterolo alto che di arteriosclerosi. Per un approfondimento puoi leggere qui del Gerontoxon. Il segno del Gerontoxon può essere sintomatico di invecchiamento precoce o di una cattiva alimentazione.

2. Dismetabolismo degli zuccheri: ipoglicemia e diabete. Quando nell’Iride sono visibili rarefazioni di tessuto nelle zone riflesse del pancreas, ciò potrebbe indicare un problema con gli zuccheri nel sangue. Per la verità i segni nell’Iride che segnalano un alterato metabolismo degli zuccheri sono diversi. Ad esempio anche la presenza di mega-lacune sarebbe un indicatore di predisposizione genetica al diabete. Per un approfondimento puoi leggere qui del Dismetabolismo degli zuccheri in Iridologia. Livelli alterati di insulina possono portare a una miriade di problemi, se non vengono presi in tempo. Un iridologo esperto può aiutare a identificarli.

3. Disturbi alla Tiroide. Un inspessimento del collaretto nella zona riflessa della tiroide potrebbe essere il segnale di una tiroidite. Una macchia di colore nella zona della tiroide potrebbe segnalare un nodulo. Una lacuna in zona tiroide in genere ci avvisa su un tendenziale ipotiroidismo di origine genetica. Tutte condizioni che possono causare sintomi come affaticamento, ansia, battito cardiaco accelerato, perdita di peso e disturbi del sonno.

4. Danni al fegato. Danni al fegato come una steatosi vengono evidenziati nell’Iride da macchie brune nella sezione epatica. Macchie di colore più scuro potrebbero segnalare una pregressa epatite. Quando invece in quella zona sono presenti delle fibre distorte con percorso non più radiale, allora la funzione del fegato potrebbe essere seriamente compromessa. Per un piccolo corso di iridologia puoi leggere qui.

5. Circolazione linfatica. Nelle aree periferiche dell’Iride si riflette la funzionalità del sistema Linfatico. Quando in queste aree aumentano i depositi o quando il colore dei depositi stessi si scurisce, ci sono problemi linfatici. Il ristagno linfatico può aumentare fino ad accumulare acidi urici. In questi casi è necessario provvedere per tempo a modificare lo stile di vita.

Infarto Iride

Riflesso zona Cardiaca

Infarto nell'Iride

Congestione nella zona Coronarie

6. Rischio in area Cardiaca. La zona cardiaca è riccamente irrorata dai vasi sanguigni ed altrettanto riccamente innervata da fibre nervose. Questa sua particolare conformazione rende molto sensibili alle modificazioni la zona cardiaca riflessa nell’iride Ancora una volta sottolineamo che dall’iride non è possibile diagnosticare una malattia. Infatti non sapremo mai dall’iride se si tratta di infarto, di fibrillazione, di stenosi aortica o altro. Tuttavia il rischio cardiaco può essere precocemente rilevato a salvaguardia della salute. Nell’esempio le foto dimostravano la sofferenza cardiaca circa 2 anni prima (Collaretto ore 3 + Sclera).

7. Sindrome metabolica. La Sindrome metabolica è il risultato di fattori fisiologici, biochimici, clinici, e metabolici interconnessi fra di loro e che aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. La resistenza Insulinica e la dislipidemia aterogenica sono le principali condizioni predisponenti. Per un approfondimento sui segni dell’Iride puoi leggere qui.

8. Sistema immunitario indebolito. Quando nell’iride sono presenti macchie scure e compatte, il sistema immunitario potrebbe essere indebolita da una pregressa infezione. Vi sono una serie di virus latenti che hanno dimostrato di essere oncogenici. Per un approfondimento sui virus latenti puoi leggere qui.

9. Ansia Ipocondriaca. C’è un particolare tipo di ansia, denominata ipocondriaca, che deriva dalla paura delle malattie. Vi sono dei segni nell’iride come l’anello tachifagico che possono metterci nell’avviso sulla presenza di questo tipo di ansia. Per un approfondimento sull’ansia ipocondriaca in iridologia puoi leggere qui. Se invece vuoi saperne di più sui segni di ansia dall’Iride puoi leggere il nuovo Manuale di iridologia Moderna.

10. Disturbi del comportamento. L’iridologia Familiare Sistemica ci permette di indagare sulle relazioni familiari. I segni presenti in determinate aree dell’Iride ci guidano verso conflitti interiori spesso anche ereditati. A questo link trovi più info su come funziona l’Iridologia Familiare e scaricare la la nuova mappa di Iridologia Familiare Sistemica.

Cos’altro puoi ottenere dai segni nell’Iride

Chi si rivolge all’iridologia può ottenere informazioni sulla condizione fisica generale, sul grado di invecchiamento delle strutture organiche, sull’impregnazione tossinica, sulla robustezza del tessuto connettivo, sugli squilibri del metabolismo, sulla dieta da seguire, sui livelli di stress e molto altro. L’Iridologia anche se non è un’indagine clinica specifica, rappresenta un valido contributo per la Salutogenesi. Le critiche rivolte all’Iridologia sono sostenute da idee pre-concette ed ignoranza (nell’accezione di ignorare). Infatti chi usa al meglio l’iridologia può conoscere anticipatamente il livello di rischio per diverse sindromi morbose. L’iridologia può evidenziare le zone organiche di minor resistenza, cioè indicare dove la malattia potrebbe manifestarsi in futuro. In questo modo possiamo avere uno strumento valido a predisporre dei correttivi idonei al proprio stile di vita, alle proprie abitudini alimentari ed alle proprie relazioni affettive (Iridologia Familiare Sistemica).

Visita Iridologica o Visita Medica:
guarda il video per conoscere le differenze

iridologia

Approfondimento sui segni presenti nell’Iride

L’Iridologia è una disciplina olistica che appartiene al gruppo delle riflessologie. Le mappe dell’iridologia assegnano ad ogni zona del’iride una zona riflessa del corpo, oppure di una funzione organica. Le anomalie osservate in una certa zona dell’iride vengono valutate rispetto alle probabilità di rappresentare un danno organico o funzionale. Qualora il livello del rischio si presenta alto, saranno necessarie indagini cliniche mirate. Pertanto l’iridologia interpreta i segni presenti nelle varie zone dell’iride, collegate alle zone del corpo, con l’obbiettivo di fornire una valutazione sullo stato generale di salute. L’iridologia in questo modo permette di ottenere  informazioni preziose per la Salutogenesi ed in molti casi diventa un supporto alla clinica per approfondire eventuali zone a rischio silenti.

Il ruolo dell’Iridologia

Dopo gli entusiasmi dei primi iridologi del ‘900, oggi sappiamo con certezza che dalla sola visita iridologica non è possibile formulare una diagnosi clinica. Chi pratica l’Iridologia, durante la visita iridologica, dovrebbe sempre precisare il suo campo d’applicazione rispetto alla clinica ed alle analisi di laboratorio:

non è alternativa ma complementare.

Perchè i segni nell’iride rappresentano la malattia

Dobbiamo precisare che dall’Iride si ottengono informazioni di tipo riflesso, che non derivano da un’indagine condotta direttamente su di un organo o una funzione organica. Con la visita iridologica ciò che osserviamo nell’iride è un riflesso biologico. Infatti attraverso il Sistema Nervoso, il Sangue ed il Cervello, dalle zone colpite l’informazione arriva sull’Iride. In questo modo le alterazioni dello stato di salute di un organo oppure di una funzione organica si evidenziano negli occhi. Inoltre l’Iridologia è in grado di distinguere i segni che derivano dall’asse genetico rispetto a quelli fenotipici maturati durante la vita del soggetto. I segni fenotipici nell’iride si riferiscono con maggior probabilità a modificazioni organiche.

Cosa non possiamo ottenere dall’iridologia

Attraverso la visita iridologica si può certamente valutare l’alterato livello di salute di un organo, ma non si può diagnosticare il tipo di malattia clinica presente al momento. L’iride riporta la storia genetica e fenotipica, spalmata sull’asse del tempo di alcune generazioni. Potremmo così essere portatori di segni nell’iride che riguardano una malattia di qualche nostro predecessore, senza peraltro avere alcun sintomo. In iridologia non si parla mai delle malattie ma delle eventuali predisposizioni ad esse. Quando ci si riferisce ai segni genetici, la presenza della malattie al momento dell’osservazione non è certa. Per i segni genetici l’iridologia non può prevedere quando la malattia si manifesterà. I segni catalogati come fenotipici invece hanno una maggior probabilità di rischio. Anche in questo caso saranno le indagini cliniche a certificare la malattia. In ogni caso l’iridologia fornisce un panorama chiaro sull’andamento della propria salute. Vi sono alcune situazioni a rischio come la sindrome metabolica, l’infiammazione di basso grado, i virus latenti o il terreno cancerinico che possono essere validamente evidenziate dall’iridologia.

I segni nell’Iride possono rilevare un tumore?

Considerando che il tumore è una malattia che sfugge anche al controllo del nostro sistema immunitario,la risposta è facile: no! Il tumore è una malattia complessa che si sviluppa in un ambiente cellulare compromesso. Le sue tracce iniziali sono difficili da individuare poichè eludono il sistema immunitario. Pertanto il segno specifico del tumore nell’iride non esiste. Esiste in ogni caso la possibilità di rilevare un terreno organico degradato ed altri segnali di forte rischio come l’acidosi metabolica o situazioni di virus latenti. Tuttavia anche in questo ambito non è possibile una diagnosi clinica. Sono stati condotti dei test per misurare l’attendibilità diagnostica dell’iridologia rispetto alla malignità dei tumori ed i risultati sono del tutto insoddisfacienti:

iridologia e tumori

Pertanto una diagnosi clinica è formulabile soltanto attraverso un esame clinico specifico,
con l’assistenza di un medico.

L’esame dell’iride può selezionare le zone di minor resistenza,
prima di perdere lo stato di salute.

Il corpo umano è come una grande stazione di memoria: ogni evento viene registrato a livello cellulare. Una miriade di neurotrasmettitori rende ogni informazione distribuita in tutto il corpo. In questo modo le condizioni di stress severo sia fisico che psichico si imprimono nelle memorie cellulari. Al ripresentarsi della situazione stressante, sia essa una infezione oppure un’offesa, le memorie ci permetteranno di rispondere più prontamente. Il tutto per garantire la nostra sopravvivenza in futuro. Nell’Iride abbiamo i segni delle memorie stressanti e con l’Iridologia siamo in grado di decodificare l’informazione cellulare. Su questo principio si basa il concetto di vaccinazione, ovvero dopo aver già incontrato il virus il sistema immunitario sarà pronto in futuro. Le memorie cellulari degli eventi sono visibili anche negli occhi poichè nel tempo si è scoperto che segni particolari corrispondono ad eventi cellulari ben precisi.

Opinioni sull’Iridologia

Perchè si leggono recensioni negative sull’iridologia

Le opinioni sull’Iridologia risultano spesso discordanti. Può capitare ad esempio di leggere le recensioni di qualche detrattore dell’iridologia, il quale critica questo metodo di indagine per la salute psico-fisica. I detrattori dell’iridologia sono in malafede poichè non comprendono l’ambito in cui l’iridologia esprime tutte le sue potenzialità. Chi esprime pareri negativi si limita a misurare l’iridologia alla stregua di un’indagine clinica. Come ho già detto non è questo il modo di usare l’iridologia. Qualche volta si legge di inesperti iridologi, anche fra i medici, che abbiano pensato erroneamente di sostituire la pratica clinica con l’iridologia. L’iridologia ha bisogno di esperienza studio ed applicazione e trattarla semplicisticamente è riduttivo. Il risultato di questo modo di agire è la frustrazione, alla quale consegue l’avversione all’iridologia.

Perchè l’Iridologia può essere una risorsa

Per farsi una opinione chiara sull’iridologia bisognerebbe interpellare coloro che l’hanno saggiamente utilizzata. L’iridologia rappresenta un metodo di raccolta delle informazioni su come è organizzato del nostro sistema metabolico e sulle sue relazioni con l’ambiente. Inoltre per avere un quadro esaustivo dell’iridologia bisognerebbe smettere di considerare che il piano fisico sia l’unica dimensione umana a generare la malattia. In realtà quando la malattia si manifesta sul fisico, essa ha già da tempo attraversato vari livelli della nostra natura olistica. La malattia inizia con un percorso pre-lesionale che resta inconscio fino alla malattia stessa. L’iridologia mostra il percorso attraverso il quale la malattia si costruisce fino ad esprimersi dolorosamente nel corpo. In questo caso mi riferisco agli stress traumatici, anche di passate generazioni, i quali generano malattia. Anche gli irretimenti sistemici generano malattia. Essi sono l’obbiettivo dell’iridologia familiare al fine di disinnescare auto-sabotaggi personali e destini avversi. In ogni caso la malattia si costruisce nel tempo anche interessando il solo livello fisico. Ad esempio le tossine che si accumulano nel tempo per una errata abitudine alimentare. Oppure una predisposizione genetica che si attiva stimolata da circostanze avverse. Ancora all’utilizzo prolungato di qualche sostanza tossica che si accumula nel corpo (Fumo, Alcool, Farmaci, etc.).

La nostra opinione sull’Iridologia

Molte esperienze della vita vanno vissute personalmente! Pensate al matrimonio… in quanti ci mettono in guardia e poi invece ognuno vuole provare a modo suo a vedere l’effeto che fa. Riguardo alla nostra salute essa è un bene prezioso. L’esperienza ci insegna che per porre rimedio a tante situazioni morbose anticipando il peggio, esiste la possibilità di dare uno sguardo all’interno di se stessi attraverso il check-up iridologico, mettere in luce i punti di minor resistenza ed intervenire per conservare più a lungo la propria salute. Chi vuole seguire concetti strumentali sulla medicina continuerà ad essere libero di farlo, tuttavia chi volesse sperimentare l’Iridologia sarà altrettanto libero di conservare al meglio la sua salute.

L’Iridologia tradizionale resta una preziosa risorsa per la salute.

Per saperne di più sulle potenzialità dell’Iridologia potreste leggere gli articoli sulla Candida albicans , oppure sull’Ansia o ancora sulla dieta nutrizionale .
Sappiamo come le indagini cliniche a volte abbiano una certa difficoltà ad individuare la radice primaria di un disturbo. Sono quelle situazioni con una serie lunghissima di sintomatologie tra loro concatenate e conseguenziali. In questi casi l’Iridologia è uno strumento potente poichè, con uno sguardo più omnicomprensivo è in grado di risalire alla radice del disturbo. Infatti l’Iridologia può mirare le analisi cliniche verso quella che potrebbe essere la causa principale. Pertanto, nella clinica, il ruolo dell’Iridologia resta complementare alle analisi di laboratorio ed alle tecniche diagnostiche come T.a.c, risonanze magnetiche, ecografie, etc. Nell’Iride non esistono segni di esclusiva rilevanza clinica rispetto al soggetto osservato. Ci potrebbero essere ad esempio dei segni riconducibili al diabete, ma non c’è la possibilità certa di un riscontro clinico diretto sul soggetto osservato, potrebbe trattarsi di una memoria genetica. Questo elemento, durante la visita iridologica, va sottolineato onestamente, perché l’Iride parla un linguaggio più ampio, che comprende informazioni a largo spettro che vanno interpretate nella giusta maniera. In questo caso potrebbe trattarsi di un diabete che un familiare ha avuto e di cui il soggetto osservato porta il ricordo senza subirne le conseguenze. E’ una legge di natura. Quando un segno Iridologico viene interpretato fisiologicamente è in termini di una predisposizione.

Come funziona la visita Iridologica

La visita iridologica

Una valutazione iridologica è il primo passo importante nel tuo programma di salute naturale. Essa rivela potenziali predisposizioni genetiche a contrarre la malattia in determinate zone del corpo. Fornisce nuove informazioni sugli stress, le tossicità e i potenziali squilibri metabolici che possono essersi verificati in passato, o che si verificano nel presente o che potrebbero verificarsi in futuro. Ad ogni zona dell’iride è stato attribuito un significato, rilevato scientificamente a livello statistico, circa l’indicazione rispetto ad organi o funzioni. Si sono così redatte delle Mappe Iridologiche che servono appunto per orientarsi nell’individuazione delle correlazioni tra segni iridologici ed il loro significato.

Le mappe Iridologiche

Le mappe più semplici, come quella nella foto sopra redatta da Sigfrid Rizzi, sono le più attendibili. Quelle invece con maggior dettaglio riguardo alla fisiologia racchiudono in sè una maggior probabilità di incertezza. In ogni caso, chiarita la relazione con le diagnosi cliniche, una buona visita iridologica permette di avere una panoramica di informazioni a vari livelli della fisiologia che nessun altra metodica può fornire. Alcuni esempi:

– L’età fisiologica è diversa da quella anagrafica. Ereditare una malattia importante, oppure essere sottoposto a stress severi dalle circostanze della vita, o ancora condurre insane abitudini (alcol, droga, abusi alimentari, etc.), in ogni caso tutto ciò significa che le strutture fisiologiche hanno subito un degrado più veloce di quello che nella normalità sarebbe accaduto. Dall’iride si può valutare l’età fisiologica e quindi riscontrare un eventuale invecchiamento precoce.

– Le memorie genetiche delle malattie che hanno afflitto i nostri predecessori e che si sono a noi trasferite sono rilevabili attraverso la visita iridologica. In questo modo si può riconoscere il tipo di rischio fisiologico e fare una buona prevenzione. Se ad esempio ho una predisposizione a disturbi polmonari cercherò di fare attenzione a quello che respiro e se lavoro in una fabbrica dove si respirano veleni allora saprò di essere più vulnerabile degli altri.

– La trama dell’iride, se la consideriamo alla stregua di un tessuto, fornisce un parametro per valutare l’assetto del tessuto connettivo. Ad una trama diradata corrisponde un tessuto connettivo lasso, mentre una trama fitta depone a favore di un connettivo compatto. Posso in questo modo valutare la possibilità di seguire sport estremi che sottopongono l’apparato osteo-articolare ad intense stimolazioni di tipo meccanico, ovvero che sono predisposto a frequenti distorsioni, lussazioni, etc.

– Continua a leggere su l’Iridologia:

La mappa della Salute

IRIDOLOGIA ALLA PORTATA TUTTI

L’elenco delle possibilità di indagare attraverso l’osservazione iridologica è molto ampio e questa sede non è la più adatta. Ma se c’è il vostro interesse vi propongo un piccolo corso:
IRIDOLOGIA ALLA PORTATA TUTTI

SEMINARIO DI IRIDOLOGIA

Se siete interessati, guardate l’estratto video del Master DI IRIDOLOGIA 2016 tenuto a Roma presso l’Accademia Chiron